Mantova, 4 gennaio 2017 - E' stato rintracciato, bloccato e arrestato dai carabinieri nel Mantovano l'uomo di 38 anni che mercoledì sera, dopo aver accoltellato la convivente ad Altavilla Vicentina, era fuggito in auto prendendo con sè la figlioletta di 6 anni. L'uomo è stato individuato nella tarda mattinata di oggi da una pattuglia della polizia locale di Bagnolo San Vito ( Mantova), che ha notato la vettura impantanata sul ciglio di una strada senza sbocchi.

Grazie all'allerta lanciata ieri sera dai carabinieri di Vicenza a tutte le forze dell'ordine, con modello e la targa della Golf, l'auto è stata riconosciuta e l'uomo, che si trovava a bordo con la bambina, è stato fermato, anche con l'ausilio dei carabinieri di Bagnolo. Il 38enne è stato riconosciuto dalla polizia locale di Bagnolo San Vito durante i rilievi di un incidente stradale che l'uomo aveva avuto questa mattina. Tra le 7.30 e le 8 la sua auto si era scontrata con un'altra. Per i rilievi sono intervenuti i vigili urbani. Subito hanno riconosciuto l'uomo, segnalato dai carabinieri, e hanno avvertito la locale stazione dell'arma. I militari lo hanno arrestato e avvertito i colleghi vicentini che sono arrivati a Bagnolo per prenderlo in consegna e trasferirlo a Vicenza. A bordo con l'uomo c'era la figlia che nell'incidente ha riportato un leggero trauma cranico. La bimba è stata ricoverata per precauzione nel reparto di pediatria dell'ospedale Carlo Poma di Mantova, dove è già stata raggiunta dai familiari. Ulteriori decisioni saranno prese in accordo con il pubblico ministero della Procura di Vicenza che sta coordinando l'indagine, Hans Roderich Blattner.