Mantova, 13 marzo 2015 - Invasione di terreni ed edifici, di questo dovranno rispondere i 180 ragazzi denunciati dai carabinieri di Viadana. Questi sono coloro che sono stati identificati, giovani che insieme ad altri duecento coetanei nella notte tra sabato e domenica scorsi hanno partecipato ad un mega rave party non autorizzato.

Teatro del rave un capannone per la lavorazione di legname che era nella disponibilità di una società di vendite giudiziarie. Il capannone si trova nell’area industriale di Pomponesco, sempre nel Mantovano. I giovani abusivamente sono entrati all’interno ed hanno dato vita al rave, sospeso dall’intervento dei carabinieri che hanno anche proceduto al sequestro delle attrezzature audio.