mantova, 22 settembre 2017 -  Si dice “un cane in chiesa”, ma si potrebbe dire anche "un cane al museo". In realtà gli amici a quattro zampe sono di regola esclusi dall’accesso alle raccolte d’arte. E questo avviene non solo in Italia, ma anche in Europa. Con lodevoli eccezioni: ad esempio i musei di Torino e il Muse a Trento, o il Louvre a Parigi. Ora anche Palazzo Ducale a Mantova si inserisce tra le istituzioni culturali pet-friendly. In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, che quest’anno hanno per tema il rapporto Cultura e Natura, la reggia dei Gonzaga ospita l’iniziativa ‘Rubino va al museo’, un servizio di dog-sitter per gli amici a quattro zampe.

Il nome deriva dal cane dei Gonzaga, Rubino appunto, che figura nel celeberrimo ritratto di famiglia affrescato nella Camera degli Sposi. A promuovere la novità sono state le associazioni Amici Veri di Mantova e Gattorandagio Onlus.: Quest’ultima invierà a Palazzo Ducale i volontari ai quali i cani saranno affidati. Il servizio sarà attivo ogni prima domenica del mese, a partire dal 1° ottobre. I costi? Il dog-sitter sarà attivo nelle giornate di ingresso gratuito e ai suoi fruitori verrà chiesto un contributo di 5 euro, interamente devoluti alla onlus Gattorandagio.