Mantova, 31 gennaio 2018 -  Giovane, bella, gentile ma ladra. E con una specializzazione: raggirare vescovi e preti. Per la 24enne francese di origine rom, Mantova è stata l'ultima tappa, in ordine di tempo, di una attività criminale ben nota alla Polizia. Agenti della squadra mobile della città virgiliana l'hanno bloccata davanti a una gioielleria del centro, allertati dallo stesso negoziante insospettito dalla presenza della ragazza.

Addosso aveva diversi monili d'oro, profumi e capi di abbigliamento acquistati con una carta di credito rubata. In tasca anche sei coppie di fedi nuziali in oro, risultate rubate in un appartamento. Nel suo portamonete gli agenti hanno trovato poi un libretto di assegni in bianco rubato dall'abitazione del vescovo di una diocesi del Piemonte e una carta di credito sottratta a un parroco della provincia di Mantova, dopo essere riuscita ad entrare in canonica, utilizzata per lo shopping di bracciali in oro, profumi e abbigliamento griffato. La donna è stata denunciata per furto e tutta la merce è stata sequestrata.