mantova, 28 settembre 2017 - Italia, paese di “campanili”. Spesso questa frase è usata, in maniera anche un po’ polemica, per suggerire la profonda eterogeneità economica, sociale e culturale del Paese. E in effetti, i campanili sono sicuramente la metafora più azzeccata. Numerosissimi e diversi tra loro per stili e dimensioni, essi sono un po’ il riflesso di questa diversità, ma anche di una ricchezza immensa e secolare. Impossibile fare una stima esatta dei campanili d’Italia. Ogni paese, borgo o frazione ha il suo, ogni basilica o cattedrale è affiancata dalla propria torre campanaria, che da sempre ne accompagna la storia, tra glorie, misfatti e traversie. 

Hundredrooms, compratore on line di alloggi turistici, ha scelto alcune di queste imponenti strutture, che si contraddistinguono per la loro bellezza, altezza e posizione. Tra queste ce n'è anche una lombarda: il campanile della basilica di Sant’Andrea a Mantova: una meravigliosa torre in stile tardo gotico, alleggerita da grandi aperture a trifora e un grande coronamento a forma conica. All'interno ci sono 5 campane ottocentesche, delle quali la maggiore, del peso di 2555 kg, è stata fusa dalla ditta Cavadini di Verona.