Mantova, 11 gennaio 2018 - Reati in calo nel 2017 in provincia di Mantova. È quanto emerge dal bilancio del comandante provinciale dei carabinieri di Mantova Fabio Federici. L'anno scorso i reati consumati sono stati il 4,41% in meno rispetto al 2016, con 2.822 delitti scoperti dall'Arma; in calo anche i furti (meno 12,42%), compresi quelli in abitazione diminuiti del 16,55%. In un anno i carabinieri hanno arrestato 268 persone e ne hanno denunciate altre 3.137 oltre ad aver effettuato 30.053 servizi di controllo del territorio, in media 80 al giorno.

Il lavoro di investigazione ha portato ad individuare gli autori di 341 furti, di 43 rapine (più 65% rispetto all'anno scorso) e di 343 truffe, e a sequestrare 30 chili di sostanze stupefacenti, oltre ad aver scoperto gli autori del delitto di un gioielliere avvenuto 21 anni fa durante una rapina a Suzzara. "Manteniamo un'attenzione elevatissima sulla criminalità organizzata e abbiamo constanti contatti con la Dda" ha affermato il colonnello Federici accennando all'operazione Pesci contro le infiltrazioni della 'ndrangheta nel Mantovano, andata a sentenza lo scorso anno. "I vertici della 'ndrangheta con quell'operazione sono stati scardinati  - ha concluso Federici -, ma stiamo comunque lavorando per capire come è la nuova gestione dei suoi affari nel Mantovano".