Mantova, 1 gennaio 2018 -  È morto Albino Longhi. Giornalista, dal 1969 in Rai, storico direttore del Tg1, era nato a Mantova nel 1929. Aveva diretto la testata della rete ammiraglia per due volte, dal 1982 al 1987 e poi per un breve periodo nel 1993.

Immediato il cordoglio dei colleghi. "Un professionista straordinario con una umanita', lucidita' e senso della notizia fuori dal comune. Albino Longhi e' stato un pezzo importante della storia Rai e per questo ci stringiamo alla famiglia in un momento di dolore", ha detto la presidente della Rai Monica Maggioni e il direttore generale Mario Orfeo.  "Albino Longhi - hanno ricordato - nel corso della sua lunga carriera giornalistica, che l'ha portato piu' volte a dirigere il Tg1, ha lasciato un segno e accompagnato il cammino di tanti colleghi che hanno avuto l'occasione di poter lavorare al suo fianco. La sua scomparsa riempie di dolore ma in questo momento cio' che vogliamo ricordare e' la grande lezione di giornalismo che ci ha lasciato, la liberta' che ha sempre professato ed esercitato nella professione, e quella umanita' e quel tatto che gli hanno sempre consentito di gestire al meglio situazioni complicate". 

"E'' scomparso un grande direttore del servizio pubblico - ha aggiunto Alfredo Meocci, ex DG Rai , che con Longhi, al Tg1, ha lavorato per diversi anni. -. Con al centro delle sue scelte editoriali il rispetto dei telespettatori e l'equilibrio delle notizie . Albino Longhi non credeva nell'informazione spettacolo, ma nell'informazione puntuale, precisa, senza fronzoli e forzature. Ci mancheranno il suo equilibrio e il suo stile".