Lodi, 31 dicembre 2017 - "Arrivano i rinforzi". Con queste parole la sindaca Sara Casanova ha presentato ieri mattina, al comando di Polizia locale di via Cadamosto, affiancata dal comandante Fabio Germanà, i tre nuovi agenti che da oggi vanno ad aggiungersi al corpo e che effettueranno il primo importante servizio di pattugliamento la notte del 31 dicembre.

Le tre nuove leve, assunte a tempo indeterminato, sono Patrizia Rosito, 42 anni, originaria di San Severo (Foggia) e residente a Pesaro, Giuseppe Onofrio Naso, 40 anni, originario di Sant’Agata di Militello (Messina), ora residente a Voghera, e Andrea De Grandis, 49 anni, originario di Milano, ma residente a Pavia: "Sono i primi tre in cima alla graduatoria del concorso superato da dieci persone – ha spiegato Germanà –. In particolare Rosito ha già prestato servizio come vigile a Trento per 6 mesi, Onofrio Naso è un ex carabiniere (ha prestato servizio a Milano, ndr), mentre De Grandis ha avuto un ruolo amministrativo, per cui ha cognizione del funzionamento dell’amministrazione pubblica. Ora ci sarà un periodo di affiancamento con i nostri migliori agenti affinché conoscano la città: cercheremo da subito di inserirli nel tessuto cittadino. Faremo gruppo, anche con la squadra antidegrado, l’unità operativa specializzata nel contrastare i fenomeni che minano la vivibilità della comunità locale (gli agenti svolgeranno il servizio sa in divisa che in borghese, ndr)".

"Arrivano al momento giusto – ha sottolineato il neo comandante, che ha preso servizio il 7 dicembre scorso –: sto riorganizzando il comando; ho già emanato 8 ordini di servizio. Appena possibile ho intenzione anche di promuovere, se possibile proprio a Lodi, un corso di formazione e aggiornamento per le forze di polizia locale". I tre nuovi agenti "inizialmente indosseranno solo la pettorina, nel frattempo arriveranno le divise". Con Germanà e i 3 nuovi agenti il comando di Polizia locale del capoluogo ha raggiunto le 31 unità: "La sicurezza si fa con gli agenti – sottolinea il comandante –. Puntiamo ad arrivare a 40 agenti, per avere l’organico al completo. Se ci sarà la disponibilità potremo attingere dalla graduatoria inserendo le altre 7 persone che sono state ritenute idonee". "Tramite una mobilità a metà gennaio l’apposita commissione valuterà se sarà possibile introdurre un nuovo dirigente – ha aggiunto Casanova –. Anche se le procedure non saranno immediate e dovremo far quadrare un po’ il bilancio è fondamentale avere più personale. C’era già un piano assunzionale in essere, voluto dal commissario, che ha dato oggi i suoi frutti. Ora stiamo cercando di promuovere un cammino organizzativo interno e favorire le mobilità".