Camairago, 4 agosto 2016 - Arresti domiciliari per il pirata della strada che, sabato scorso a Camairago, ha travolto un gruppo di ciclisti lungo la provinciale 27. Per l'uomo, 29 anni, incensurato, l'accusa aveva chiesto la custodia cautelare in carcere. Il Gip, invece, ha scelto di limitare la misura ma, comunque, facendo permanere gli arresti in quanto ha ravvisato sia il pericolo di fuga sia quello di reiterazione del reato.

Il giovane era stato trovato positivo ai test tossicologici. La vettura con la quale ha investito la comitiva,una Lancia Y azzurra vecchio modello, non è stata tuttora ritrovata.