Lodi, 1 ottobre 2017 - Piazza invasa da lodigiani festanti per il 31esimo palio di Lodi, vince ancora Revellino Marte. La manifestazione, che oggi ha vinto il meteo incerto, raccogliendo i tradizionali innumerevoli consensi anche da avventori arrivati da fuori città, è stata organizzata dalla Wasken Boys e sponsorizzata da BCC Centropadana. In prima linea l’ideatore dell’evento Gigi Bisleri sempre entusiasta per l’impegno profuso da tutti i partecipanti.

Sette quest’anno i rioni in gara, contro gli 8 che generalmente partecipano. Tra i momenti più emozionanti del pomeriggio anche l’esibizione del cantante lirico Leo Nucci da sempre legato a Lodi e arrivato in fretta da una trasferta per non mancare all’appuntamento. Si è esibito prima della tradizionale corsa dei cavalli. Il baritono (già premiato nel Capoluogo di provincia con il Fanfullino d’oro) ha sposato una lodigiana, Adriana Anelli e tra Nucci e Bisleri nel tempo è nata una forte amicizia. Così l’artista ha voluto rendere omaggio al territorio e ribadire il proprio amore per la città. La novità è stata presentare a Lodi un quartetto d’archi che porta il nome di Nucci ed è stato fatto costruire appositamente dal baritono a Cremona. Un quartetto di strumenti che hanno bisogno uno spazio acustico particolare, molto diverso da quello di una piazza, ma che è già stato portato in tutto il mondo (paesi come Giappone e Spagna) e il professionista voleva condividere anche nella terra d’adozione.