Mairago (Lodi), 16 giugno - Taglio del nastro questo pomeriggio alla centrale di potabilizzazione Sal situata Basiasco, piccola frazione di Mairago. L'impianto è stato rinnovato e potenziato grazie all'investimento di 853mila euro della stessa società lodigiana. Un intervento necessario e teso a garantire anche una miglior qualità dell'acqua ai cittadini che ne usufruiscono, senza dimenticare il minor impatto ambientale. Al taglio del nastro erano presenti rappresentanti di alcune delle amministrazioni comunali che usufruiscono della centrale, ovvero Mairago, Bertonico, Camairago, Casale (a Vittadone), Castiglione, Cavenago, Secugnago, Terranova e Turano, il presidente della Provincia Mauro Soldati, l'Onorevole Lorenzo Guerini e il presidente del Parco Adda Sud Silverio Gori, oltre ai membri del consiglio Sal. "Ad esclusione delle opere civili, tutti gli altri interventi sono stati effettuati da Sal - ha ricordato il presidente Antonio Redondi -. Ogni anno vengono erogati 1.5 milioni di metri cubi d'acqua, pari al 71% del fabbisogno idrico del lodigiano, rendendo così la centrale la più grande della zona servendo ben 17mila cittadini. Tante le novità, come l'installazione di otto nuovi filtri in pressione che garantiscono una maggior rapidità nel processo di potabilizzazione".

"Sul tetto degli edifici è stato poi realizzato un impianto fotovoltaico da 16 KW - prosegue Redondi -. Al momento la portata dell'impianto è di 100 litri al secondo, ma siamo in attesa dell'autorizzazione per la perforazione di un nuovo pozzo che aumenterà la potenzialità fino a 130 litri al secondo. Non ci fermiamo mai e sicuramente non qui. Abbiamo in cantiere tanti altri interventi tra cui quelli di Bertonico, Corte Palasio e Cavacurta. L'opera inaugurata oggi fa parte di un progetto partito sei anni fa e che proseguirà in futuro per rendere sempre migliore il servizio ai cittadini". Non potevano poi che dirsi soddisfatti del risultato anche Soldati e Guerini. "L'inaugurazione di oggi è l'ennesima dimostrazione che il territorio lodigiano sa prendersi cura di sé stesso da solo" ha spiegato il presidente della Provincia, mentre l'Onorevole ha elogiato Sal "un'azienda sana, capace di tradurre in scelte concrete quanto utile ai cittadini. La stessa inaugurazione del raddoppio del depuratore di Lodi è un qualcosa di altamente significativo. Non dimentichiamo poi questo intervento è il risultato della collaborazione tra gli Enti del territorio".