Lodi, 17 marzo 2017 -  Nella ricostruzione fornita da Mario Cattaneo su quanto accaduto dei fatti rimangono alcune "contraddizioni e dovremo verificare come poterle risolvere" . Lo ha spiegato oggi il procuratore della Repubblica di Lodi Domenico Chiaro. Ieri Mario Cattaneo, il ristoratore di Casaletto Lodigiano indagato per l'omicidio di un ladro che era entrato nella sua trattoria,dopo l'interrogatorio è stato portato sul luogo del delitto dove per un'ora e mezza, davanti agli inquirenti, ha ricostruito nel dettaglio cosa accadde quella notte di una settimana fa.  Sarà importante stabilire se la caduta a terra di Cattaneo, il ristoratore che ha ucciso un ladro che era entrato nella sua trattoria di Casaletto Lodigiano, sia avvenuta prima o dopo rispetto a quando è partito il colpo di fucile. Il procuratore ha spiegato che per questo sarà fondamentale la perizia balistica, che verrà effettuata a giorni. 

IL FRATELLO DELLA VITTIMA: NON SONO QUI PER RISARCIMENTO - "Io non credo che lui sia andato via da casa per fare soldi in maniera disonesta e non mi spiego come sia potuto arrivare fino a questo punto". A parlare è  Victor Ungureanu, fratello del ladro ucciso da un ristoratore a Casaletto Lodigiano. Il giovane è stato ospite della trasmissione Rai "Nemo - Nessuno Escluso": "Lui era un lavoratore onesto, timido, rispettava chiunque, dal grande al piccolo - ha aggiunto -. Mio fratello non era un ladro". Ha poi spiegato il percorso della vittima e riferito alcuni dettagli relativi alla sua adolescenza: "Noi a 12, 13 anni abbiamo iniziato a lavorare come lavora un adulto. In Romania il lavoro c'è ma si guadagna davvero poco. Il problema è che noi, giovani, vogliamo più soldi. Tutti partiamo per questo motivo, non solo lui".

"Sono molto deluso da quello che ha fatto. Chi ha sparato a mio fratello mi ha provocato un grandissimo dolore, sia a me sia alla mia famiglia. Non voglio nulla da lui, non provo niente. Voglio che la giustizia faccia il suo corso. Non come stanno dicendo ora che sono venuto qua a prendermi i soldi del risarcimento. Mio fratello si meritava una pena del genere per quello che ha fatto? Si meritava questa fine? Io non credo che se una persona sbaglia abbiamo il diritto di togliergli la vita. Qualsiasi cosa faccia".