Tavazzano (Lodi), 6 settembre 2017 - I vampiri del rame saccheggiano il cimitero di Tavazzano, nel mirino le cappelle gentilizie. Si tratta di spazi dati in concessione d’uso ai privati, per 99 anni, dal Comune e ora i parenti dei defunti colpiti da questa razzia dovranno quindi sporgere denuncia singolarmente e provvedere al ripristino di quanto asportato.

Il colpo è andato a segno la notte scorsa ed è stato scoperto solo oggi. Il camposanto è dotato di telecamere ma, essendo obsolete, non sono funzionanti e quindi non ci sono riprese da cui i carabinieri della stazione locale, intervenuti per i rilievi insieme all’Unione di polizia locale nord Lodigiano, potranno partire per avviare l’indagine. Entrati dal cancello con uno o più camion i ladri dell’oro rosso hanno divelto con mani esperte le scossaline e i canali in rame di almeno 10 cappelle gentilizie e una volta caricati i veicoli, sono svaniti nel nulla. Hanno però abbandonato in posto gli attrezzi del mestieri tra cui piedi di porco e scalette. Si analizzeranno gli arnesi cercando quindi eventuali impronte digitali che possano incastrarli. Ora il Comune farà l’inventario di quanto manca all’appello e inviterà gli interessati a presentarsi dai carabinieri per formalizzare l’accaduto.