Tavazzano, 29 dicembre 2017 - Ha rischiato di bloccare il traffico ferroviario il furgone che verso le 18.30 si è incastrato sotto il ponte che, passando per la frazione Pezzolo, collega Tavazzano con Lodi Vecchio, spaccandosi in due. Il conducente, secondo quanto ricostruito dagli agenti dell'Unione di Polizia Nord Lodigiano, ha effettuato una consegna alla trattoria del Cacciatore, nel cuore della frazione, passando sotto il cavalcavia ferroviario più grande. Al ritorno, però, ha deciso di imboccare un'altra strada, passando per via Orecchia e, pur avendo visto che il sottopasso era di dimensioni inferiori, ha ritenuto di riuscire a passare. Invece il cassone del Ducato, intestato ad una ditta, squadrato rispetto al vecchio sottopasso di forma cilindrica, si è completamente staccato dal posto guida.

Sul posto, allertati da alcune persone in transito, sono intervenuti dunque gli agenti dell'Unione che, insieme ad alcuni volontari di protezione civile, hanno provveduto a deviare sulla via Emilia gli automobilisti che, per comodità, sono abituati a 'tagliare', transitando attraverso la frazione per andare o tornare da Lodi Vecchio. Il guidatore del Ducato, un uomo di 37 anni, è stato portato per accertamenti in codice verde all'ospedale Maggiore di Lodi. Sul posto sono intervenuti anche i Vigili del fuoco, per aiutare a rimuovere il cassone dalla sede stradale e, soprattutto, per verificare la staticità del ponte ferroviario. Un intervento che ha richiesto un sopralluogo tecnico per un paio d'ore. I treni, comunque, non sono stati fermati.