Lodi, 18 aprile 2017 - Dopo la sanzione per ubriachezza molesta si altera e resiste alla polizia con un coltello ma viene denunciato due volte. Una volante alle 19.50 del giorno di Pasquetta è intervenuta in un bar di Corso Adda a Lodi dopo la chiamata di un lodigiano.

“La barista non mi vende più vino, è mio diritto” ha detto l’uomo allertando gli agenti. Dalle prime verifiche però l’interessato è risultato ubriaco. La barista ha quindi spiegato di avergli negato ulteriori alcolici proprio come prevede la normativa in merito. Ma all’uomo questo non è andato giù, così come la sanzione per ubriachezza molesta.

Ha quindi opposto resistenza alla polizia minacciandola con un coltellino estratto dalla tasca. A questo punto gli sono state notificate due denunce a piede libero per oltraggio a pubblico ufficiale e porto abusivo d’arma.