Milano, 19 marzo 2017 - Ritrova la via della vittoria, che non arrivava da ben otto turni, e conquista tre punti vitali per la classifica. In casa contro il Cavenago Fanfulla, le ragazze del Villa Cortese si impongono per 1-0 e si portano a quota 28, facendo un importante balzo in avanti rispetto alla zona retrocessione. Entrano in campo con buon biglio le gialloblu, ma devono fare i conti con un avversario altrettanto "affamato" di punti, che lotta su ogni pallone.

Al 2' si registra la prima azione pericolosa: un contropiede del Cavenago sul quale risulta provvidenziale l'intervento del capitano Panarelli. Risponde il Villa con un buon fraseggio: Minaudo arriva al tiro, piuttosto debole però. E' poi il turno di Lacerenza, al rientro dopo tre domeniche di stop forzato per infortunio, a impensierire in più d'una occasione la difesa avversaria. L'azione più clamorosa è al 14' quando il numero 9 del Villa, a tu per tu con il portiere, manca di pochissimo il bersaglio. Il Villa spinge e al 18' trova il meritato gol del vantaggio con Luoni, autrice della solita partita generosa su tutti i fronti, dall'inizio alla fine. Le ragazze in maglia bianconera provano a pareggiare il conto, prima con Gianni poi con Maioli, ma in entrambe le occasioni sono poco incisive. Al 43' è ancora Lacerenza a rendersi pericolosa, questa volta con un bel colpo di testa che finisce fuori di poco. Null'altro da segnalare nel corso del primo tempo, che si conclude dopo un minuto di recupero, se non il cartellino giallo per un fallo del numero 6 del Cavenago, Bergamaschi.

La ripresa si apre con la squadra ospite determinata a pareggiare e il Villa ben organizzato a spegnerne le velleità. Non si segnalano tiri in porta fino al quarto d'ora quando Asnaghi esce prontamente su un tiro insidioso, riscattando un mezzo errore di poco prima. E' il Cavenago ad aprire i cambi: prima esce Maciotti per Moramarco, poi Lusuardi rileva Bosco. Al 22' è ancora Luoni protagonista: sola davanti alla porta calcia sul portiere. Si lotta aspramente al centro del campo ma, con il passare dei minuti, le due squadre accusano la stanchezza. In particolare nelle file del Villa sarebbe stato opportuno l'innesto di forze fresche, che arrivano allo scoccare del 32': Caneva lascia il posto a Mira. L'ultimo squillo è per il Villa Cortese, sempre con Luoni, che però manca di lucidità sotto porta. A pochi minuti dalla fine, per il Villa al posto di Alluvi entra in campo la giovanissima attaccante Ravelli. Dopo 4' di recupero l'arbitro fischia la fine. Le gialloblu possono finalmente gioire con un abbraccio collettivo in mezzo al campo, cori e festeggiamenti che continuano fin negli spogliatoi. Ora servono almeno altri 6 punti per poter restare in serie C. L'altra faccia della medaglia è quella del Cavenago Fanfulla, costretto a fare i conti con una classifica difficile.