Busto Garolfo (Milano), 13 settembre 2017 - Primo ko stagionale per la Bustese Milano City, che perde 2-1 sul campo dei bergamaschi dello Scanzorosciate. Una prestazione da dimenticare quella della formazione di Cusatis, mai in grado di reagire allo svantaggio iniziale e mai pericolosa specialmente nella ripresa. Inutile la rete di Cocuzza allo scadere. Dopo la deludente prestazione di domenica scorsa contro il Ciserano, dunque un’altra performance sottotono per Traini e compagni contro una compagine tuttavia non irresistibile.

Primo campanello d’allarme in casa granata? La squadra è giovane e serve ancora tempo per amalgamare un gruppo totalmente rinnovato. Il turno di riposo in programma domenica 17 settembre sembra arrivare giusto in tempo per riordinare le idee. Il primo tempo si apre con le evidenti difficoltà della Bustese Milano City che subisce l’aggressività e la voglia di ben figurare degli avversari alla prima davanti al proprio pubblico. Una fame che si trasforma in gol al 12’: sugli sviluppi di un calcio piazzato, la conclusione di Giangaspero respinta dalla difesa viene trasformata in gol da Aranotu che batte Sommariva per l’1-0 dei giallorossi. La reazione della Bustese si concretizza con un colpo di testa di capitan Traini da dentro l’area su cui Stuani si supera mantenendo il risultato immutato. Nella ripresa paradossalmente gli ospiti faticano più del previsto a trovare spazi, complice anche l’atteggiamento ultradifensivo e compatto dello Scanzorosciate. La vecchia tattica adottata dalla formazione di Valenti, lancio lungo e contropiede, sembra infatti dare i suoi frutti, tant’è che i granata si rendono pericolosi solo con una conclusione di Paroni. La partita si accende però nel finale. Al 46’, complice uno scellerato retropassaggio di testa di Orchi, Giangaspero si invola verso l’area della Bustese Milano City, salta Sommariva e deposita in rete per il 2-0. Passa un minuto e Cocuzza dopo una carambola sulla traversa realizza il 2-1. Ma è ormai troppo tardi, la prima sconfitta dei granata è realtà.