Legnano (Milano), 21 maggio 2017 - I lilla retrocedono in Eccellenza e i tifosi legnanesi, in un comunicato, se la prendono con la vecchia gestione. "Riconosciamo a Paolillo il merito di averci portato in Serie D nella stagione 2015/16 ma non possiamo dimenticare il suo comportamento in quest'ultimo campionato. La nuova dirigenza ha invece lavorato con passione e determinazione, restituendo ai nostri giocatori la voglia di combattere e vincere, fino a risalire la classifica guadagnandosi l'accesso ai playout. In 12 partite la squadra ha ottenuto 17 punti, a fronte dei soli 14 ottenuti nei 22 incontri durante la precedente gestione, ridando onore alla magica maglia color lilla che da oltre cent'anni è la gloria della città. Da parte nostra abbiamo assicurato tutto il nostro supporto e grazie alla campagna "Cuore Lilla" , siamo riusciti a pagare i costi delle sei trasferte, trovando inoltre un alloggio gratuito a due giocatori rimasti senza casa. Anche con l'amarezza della retrocessione, porgiamo i nostri più sentiti ringraziamenti a tutti i tifosi che, senza perdere la speranza, hanno saputo sostenere la squadra domenica dopo domenica, all'allenatore Tomasoni e ai suoi collaboratori che hanno tenuto unito il gruppo, lottando con onore fino alla fine e da ultimo, ma non per ordine di importanza, un grazie al presidente Cappelletti che ha creduto insieme a noi, e forse più di noi, alla salvezza, accompagnandoci con grande passione alla fine di questa turbolenta stagione. Infine, ci auguriamo che il futuro patron lilla - Giovanni Munafò - possa, con l'entusiasmo che ha sempre espresso per la maglia lilla, riportare l'A.C. Legnano nelle serie che più merita".