Nerviano, 19 marzo 2017 - Durante la sua visita oggi a Nerviano, il leader della Lega Nord Matteo Salvini ha ribadito il suo fermo no all'arrivo dei profughi, criticando Papa Francesco: "La prima cosa che ha fatto è stata andare a Lampedusa dicendo che in Italia c'è spazio per tutti. Invece non è così ed è ormai innegabile che la situazione è completamente sfuggita di mano. Pieno sostegno a tutti quei sindaci dell'Altomilanese che hanno annunciato forme di protesta anche plateali di fronte alla volontà del nuovo prefetto di Milano di agire d’imperio e scaricare sul territorio del Legnanese l'obbligo di un'accoglienza sregolata di 300 profughi".

Per Salvini è stata questa la prima visita a Nerviano dopo la vittoria della Lega Nord alla tornata elettorale del 2016 che ha portato Massimo Cozzi ad essere il nuovo sindaco. "Il nuovo prefetto vuole mandarci i profughi - ha detto lo stesso primo cittadino di Nerviano - ma qui in paese abbiamo 12 sfratti. Prima quindi i nervianesi". "Fai bene Massimo - gli ha detto Salvini - Hai il dovere di dire no a questi arrivi". La visita del numero uno del Carroccio è proseguita senza alcuna contestazione e diversi i cittadini che non gli hanno fatto mancare con strette di mano e scatti fotografici il loro sostegno. "Per la sezione di Nerviano della Lega Nord - ha detto il neo segretario cittadino Romano Panaccio - è un onore ed un privilegio avere ancora come prestigioso ospite il nostri segretario federale, a dimostrazione della stima ed amicizia reciproca".