Nerviano (Milano), 1 luglio 2017 - Un pezzo troppo pregiato per non fare gola a società e a fondi di investimento. Nerviano Medical Sciences è in vendita e sembra, i dubbi sono legittimi visto il silenzio che circonda questa vicenda, che le offerte per rilevarlo non manchino. Il centro di ricerca oncologica farmaceutica che è balzato alla ribalta per la scoperta e lo sviluppo di Entrectinib, farmaco antitumorale che sta dando ottimi risultati, sarebbe al centro dell’interesse di diverse realtà imprenditoriali. Nessun dettaglio filtra da Regione Lombardia - Nms è controllata dalla Fondazione regionale per la ricerca biomedica, che è azionista di maggioranza e che di fatto è l’ente che ha concretizzato il salvataggio del centro di ricerca -, ma sembra che nelle ultime settimane siano stati diversi gli indizi che porterebbero all’interesse da parte di società provenienti da diverse zone del mondo.

Dagli Stati Uniti all’Europa, in particolare la Francia, fino alla Cina: le realtà che hanno manifestato l’intenzione di conoscere maggiormente da vicino Nerviano Medical Sciences sono state diverse. Ieri sono scaduti i termini del bando per la presentazione delle offerte per l’acquisizione della quota di Nms detenuta dalla Fondazione regionale per la ricerca biomedica e quindi gli scenari potrebbero cambiare nel giro di qualche mese. Difficile che la svolta possa arrivare entro poche settimane, visto che si tratta di procedure particolarmente complesse. Intanto i dipendenti del centro di ricerca oncologica farmaceutica rimangono alla finestra: questa per loro potrebbe essere l’ennesima estate vissuta in attesa di novità sul futuro del centro.