SAN GIORGIO SU LEGNANO (Milano), 17 luglio 2017 - Un 43enne albanese, pregiudicato, è stato arrestato dai carabinieri di Legnano per maltrattamenti in famiglia e atti persecutori. Ieri sera, a San Giorgio su Legnano a seguito di una feroce lite con la moglie, una connazionale di 35 anni per motivi di gelosia, l'uomo si è presentato a casa della sorella della consorte, dove la donna era fuggita chiedendo ospitalità, armato di sei coltelli.

Quando i carabinieri sono arrivati sul posto, chiamati dalla proprietaria di casa poi identificata nella moglie di Edmond Lleshaj (arrestato a maggio perché ritenuto il mandante dell'omicidio di due fratelli albanesi nel Legnanese, freddati a colpi di pistola), il 43enne stava prendendo a calci e pugni la porta dell'appartamento, con ai piedi una scatola di scarpe piena di coltelli. Arrestato, l'uomo è stato accompagnato in carcere. Una volta fuori pericolo, sua moglie ha raccontato ai carabinieri di
essere vittima di infondate e tremende crisi di gelosia del marito da circa un anno, e temeva per la sua incolumità.