Nosate (MILANO), 3 otttobre - Lo hanno inseguito ed è crollato a terra probabilmente per una crisi cardiaca. E' morto così un marocchino di 33 anni, già noto alle forze dell'ordine, mentre la polizia lo stava inseguendo insieme ad altri presunti complici nella zona delle cave di Nosate, luogo dedito allo spaccio.

L'operazione condotta dalla polizia di Busto Arsizio, ha portato divesri agenti sul luogo, entrati in azione contro i tanti spacciatori presenti in zona, da Lonate Pozzolo a Turbigo, passando per le campagne di Nosate e Castano Primo. Proprio all'interno della ex cava, l'uomo vedendo la polizia, aveva iniziato a correre ed è crollato dopo pochi metri. Sul posto sono arrivate l’ambulanza Croce Azzurra di Buscate, un’auto medica, ma l'uomo era già morto ed è stato poi portato in obitorio. Sarà adesso l'autopsia a chiarire la morte dello spacciatore.