Marcallo Con Casone, 5 gennaio 2018 - Una tragedia che ha strappato alla vita due coniugi. Erano le 23 di mercoledì quando lungo l’autostrada A4 Milano-Torino il conducente di un carro funebre è stato sopraffatto da un colpo di sonno improvviso. A bordo c’era un uomo di 31 anni che stava rientrando dopo una trasferta a Lecce. Aveva appena oltrepassato il casello di Marcallo-Mesero e si avviava verso il Piemonte. Appena oltrepassato il ponte sul fiume Ticino, in località Romentino accade la sciagura. Il conducente del carro funebre non si accorge che davanti a lui c’è una Fiat 600 e la tampona. L’urto è fortissimo. Sull’utilitaria viaggiavano Germana Boin di 55 anni, il marito Mario Marcotti di 56 anni e la sorella del guidatore.

I  soccorsi sono arrivati immediatamente sul posto con gli equipaggi del Cvps di Arluno, della Croce Bianca di Magenta, dell’Azzurra Cuggiono, i vigili del fuoco volontari di Magenta con l’autopompa, l’automedica e i pompieri di Novara. La donna era in arresto cardiocircolatorio e, dopo le ripetute manovre rianimatorie effettuate dai soccorritori, al medico non è rimasto altro da fare che constatarne il decesso. Il marito è apparso subito in condizioni gravissime. I soccorritori hanno tentato disperatamente di salvarlo e lo hanno trasferito in codice rosso all’ospedale di Novara. Purtroppo le sue condizioni sono andate rapidamente peggiorando fino al decesso, avvenuto dopo poche ore dalla moglie.

Germana Boin e il marito Mario Marcotti stavano tornando a casa, a Trivero, piccolo Comune di circa seimila abitanti in provincia di Biella. Lui era originario di Varallo Sesia. Trivero è un paese sotto choc per l’accaduto. Il conducente del carro funebre di Galliate, A.P., 31enne di Robecchetto con Induno, ha riportato solo lievi ferite, così come S.M., sorella del conducente, nativa di Varallo Sesia e residente a Soprana, anche questo un piccolo paese del Biellese con poche centinaia di abitanti. Germana Boin e Mario Marcotti lasciano un figlio di 35 anni.

L’autostrada, nel tratto tra Marcallo-Mesero e Novara Est in direzione Novara è rimasta bloccata al traffico per diverse ore. Fino alla rimozione dei veicoli incidentati, posti poi sotto sequestro per consentire le indagini. La polizia locale di Novara Est, intervenuta con diverse pattuglie, sta ancora ricostruendo la dinamica esatta dell’incidente.