Legnano (Milano), 8 ottobre 2017 - Erano intenti a scaricare da un'auto un ingente quantitativo di marijuana, quando sono stati fermati e arrestati dai carabinieri. La macchina con la quale la droga è stata trasportata era davvero letteralmente imbottita di "erba" per un totale di ben 160 chilogrammi, pronta ad essere smerciata nelle piazze dello spaccio. A mettere fine ai loro sporchi affari ci hanno però pensato i carabinieri del Comando Provinciale di Milano. In manette sono finiti due albanesi, incensurati, uno dei quali di 29 anni e residente a Legnano.

L'operazione è scattata dopo una sapiente indagine condotta dai militari del Nucleo investigativo di Monza e conclusasi poi a Milano, in zona Lambrate. Qui i militari hanno bloccato un 33enne originario dell'Albania mentre scaricava in un box 22 colli incellofanati di marijuana, contenuti in una macchina monovolume. Ad aiutarlo a scaricare la droga c'era appunto il suo connazionale di Legnano. Sono poi scattate ulteriori perquisizioni e nella cantina dell'abitazione del 29enne  sono stati trovati altri 11,5 kg di "erba". Entrambi sono stati così arrestati e condotti nel carcere milanese di San Vittore. L'indagine però non è ancora chiusa: sono in corso verifiche, anche a Legnano, per determinare l’origine e la destinazione dello stupefacente rinvenuto.