Cerro Maggiore, 13 settembre 2017 - Ancora una volta i controlli preventivi sulle strade dei carabinieri di Cerro Maggiore hanno permesso di intercettare uno spacciatore di droga. Questa volta si tratta di un minorenne, di buona famiglia. Il giovane è stato arrestato in via Turati. Era a bordo di un’auto, lato passeggero, quando alla vista dei militari ha gettato in maniera repentina dal finestrino un sacchetto con dentro un centinaio di grammi di hascisc. Un gesto fulmineo, il suo, che però non è certo passato inosservato ai carabinieri. L'auto è stata così bloccata ed è scattata poi anche la perquisizione domiciliare.

Qui sono stati rinvenuti tutti gli "attrezzi da lavoro" (dal bilancino di precisione al materiale per il confezionamento delle dosi) nonchè una somma di denaro verosimile provento della sua illecita attività di spaccio. Un business fiorente il suo. Il giovane è stato quindi arrestato e condotto nel carcere minorile “Beccaria” a Milano, aggiungendosi al lungo elenco dei baby pusher. Preoccupa, infatti, sempre più il fenomeno che dilaga a macchia dolio degli spacciatori minorenni usati in prima linea per confezionare dosi di droga e venderle spesso ai loro coetanei. Efficientissimi "soldati del crimine" già a 15 o 16 anni. Un'adolescenza rapita dal desiderio di soldi facili (seppur sporchi) e che rappresenta una piaga dilagante che non risparmia neppure la nostra zona.