Castano Primo (Milano), 15 luglio 2017 - I carabinieri della Compagnia di Rho hanno tratto in arresto un 29enne marocchino e un 32enne palestinese, quest'ultimo residente in Spagna, incensurati, poiché ritenuti responsabili di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. Gli uomini dell'Arma, analizzando il circuito relazionale dei pusher arrestati nell'ultimo periodo nel territorio di competenza, quello del Rhodense e dell'Alto Milanese, sono giunti ai due stranieri, raggiunti presso l'abitazione del più giovane, a Castano Primo.

Il blitz nell'appartamento ha consentito di recuperare alcuni grammi di hashish,  mille euro in contanti, svariati telefoni cellulari, nonché bilancini e materiali per il confezionamento della droga. La perquisizione è stata estesa anche al box di pertinenza dove, all'interno di  due valigie, i militari hanno scoperto 62 panetti di hashish, per un peso complessivo di sessanta chili di droga. Il denaro e la droga sono stati posti in sequestro, mentre i due arrestati sono stati condotti presso la casa circondariale di Busto Arsizio, dove rimangono a disposizione dell'autorità giudiziaria.