Legnano (Milano), 28 novembre 2016 - Era quasi l’ultima spiaggia e il Legnano espugnando per 1-0 il campo di Pinerolo, terzultima in classifica ha dato almeno un segnale di vita. La vittoria in casa lilla mancava dalla prima giornata, gara contro la Varesina  in trasferta con in panchina mister Banchieri poi esonerato e ora i tre punti, i primi della gestione del tecnico Fabrizio Salvigni, suonano come una reazione di orgoglio che i tifosi si augurano possa essere l’inizio del riscatto per un cammino però molto arduo verso la salvezza.

A siglare il gol al 40’ della ripresa è stato Mele su colpo di testa: il giocatore è sempre uno dei migliori, adattandosi con umiltà anche a ruoli diversi e mettendoci sempre grande grinta in ogni situazione. Un gol meritato per lui che è tornato a giocare a calcio dopo un anno sabbatico, causa l’attività di parrucchiere con la passione per il campo che ha esercitato un forte richiamo. Ora con il mercato di riparazione si attendono però gli opportuni innesti per rafforzare una squadra che in più occasioni ha denotato limiti strutturali evidenti. Contro il Pinerolo la difesa a 3 con Rondelli, capitan Rovrena e Mele è stata una delle mosse azzeccate dall’allenatore lilla.