Molteno, 15 marzo 2017 - Conto alla rovescia verso la serie A. Il San Giorgio Molteno sta accarezzando il sogno promozione e solo la matematica impedisce di poter iniziare a festeggiare. Ma a cinque giornate dalla fine del campionato di serie A2 con 13 punti di vantaggio, bisognerebbe ritirare la squadra per non tagliare il traguardo per primi. Già, i giovani nerooro stanno per combinarla davvero grossa, riportare Molteno dopo oltre trent’anni nell’élite della pallamano italiana. Il successo nell’ultimo turno di campionato contro il Cassano Magnano, arrivato a Brianza come seconda forza del torneo, battuto con un perentorio 34-20, ha sancito, semmai ce ne fosse stato bisogno, il dominio della squadra moltenese in questa stagione. Corroborato da 12 vittorie in altrettante partite, con una vinta ai rigori.

Una cavalcata trionfale dei ragazzi di mister Gaspare Scalia, il quale ha il grande merito di avere plasmato questo giovane gruppo portandolo in sole tre stagioni a dominare il torneo cadetto. Il match contro il Cassano Magnano è rimasto in equilibrio tutto il primo tempo concluso 14-12 per i moltenesi, che sentivano più che mai il peso di un successo che avrebbe sancito la supremazia dei nero oro. Scaricata la tensione, nella ripresa i moltenesi volano via verso una vittoria travolgente, con il finale di 34-20 salutato con grande gioia da squadra e tifosi. Migliori realizzatori moltenesi Gregory (8), Redaelli e Marzocchini (5), Panipucci (4). Adesso c’è una settimana di riposo, poi trasferta in Veneto a Povegliano, a lungo secondo in campionato ma incappato in due sconfitte nelle ultime due giornate, per il primo match point verso il trionfo.

La classifica: Molteno 35 punti, Crenna 22, Cassano Magnago 21, Povegliano 20, Parma 16, Leno 15, Città Giardino Torino 13, Spezia 8, Verdeazzurro 6.