Merate (Lecco), 6 gennaio 2016 – Fuoco in garage. L'incendio è divampato in serata nel box di un condominio di via Pietro Mascagni in centro a Merate. I pompieri e i soccorritori per precauzione hanno immediatamente evacuato tutti gli inquilini della palazzina per timore che il rogo si propagasse alle abitazioni e che qualcuno rimanesse intrappolato tra le fiamme o intossicato.

Non si tratta di un incidente, ma di un attentato incendiario: alla proprietaria della rimessa qualche giorno fa è stata infatti già bruciata l'auto, una Fiat Panda. La donna, una cinquantenne che vive lì, è stata accompagnata in ospedale in ambulanza, in parte per lo choc di quanto accaduto, in parte perché ha inalato le esalazioni tossiche. L'allarme è scattato poco dopo le 21, quando da sotto la basculante dell'autorimessa è stato notato fuoriuscire del fumo. Sul posto sono subito intervenuti gli operatori del 115 con due squadre e due mezzi tra cui l'autoscala. Sono stati mobilitati in forze anche i sanitari del 118, che hanno delimitato l'area e tratto in salvo i residenti della zona. Per raggiungere l'incendio i vigili del fuoco hanno dovuto sventrare la saracinesca.

Nel box si trovavano una lavatrice, alcuni mobili, un materasso una bicicletta e altro materiale di deposito. Nel giro di pochi minuti è stato domato ogni focolaio. Alle operazioni ha assistito una folla di curiosi. Sono accorsi anche i carabinieri a cui adesso spetta cercare di identificare e rintracciare il piromane.