Lecco, 26 maggio 2017 – Ritorno alla terra per i giovani. Nel primo trimestre del 2017 le imprese agricole in provincia di Lecco sono aumentate del 1,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno prima, in controtendenza rispetto al resto della Lombardia.
Secondo i vertici di Coldiretti provinciale, le aziende del settore sono circa 1.120. Parte del merito è soprattutto degli under 35, con 111 imprese e una crescita del 3,7%. “Questi dati – spiega Fortunato Trezzi, presidente della Coldiretti di Como e Lecco – fanno comprendere le potenzialità che il nostro settore può ancora esprimere nella crescita dell’economia e del lavoro sul territorio. I giovani rappresentano una riserva di energia ed idee che va incoraggiata e sostenuta”.

Al primo posto dei settori agricoli occupati dalle nuove leve delle imprese agricole ci sono le coltivazioni legate all’allevamento, come la produzione di fieno, poi c’è la coltivazione di ortaggi e a seguire si trovano gli allevamenti di capre, pecore e mucche. L’ultima frontiera è la didattica: molti sono impegnati a dare lezioni di orticoltura, come quelle che si tengono presso la scuola primaria di Santo Stefano a Lecco, dove la delegata di Giovani Impresa Coldiretti Como-Lecco Chiara Canclini e la sua vice Beatrice Lampugnani insegnano ai piccoli studenti come occuparsi della coltivazione di pomodori, lattuga e altri ortaggi.

“La provincia di Lecco – concludono da Coldiretti – è anche quella che, con il 36,7%, registra il record regionale di incidenza di aziende di ogni settore guidate dai giovani rispetto al totale delle imprese esistenti.