Lecco, 5 dicembre 2017 – I cormorani potranno continuare a banchettare nel lago e fare stragi di pesci almeno fino al 2019. Per un altro anno ancora i voraci pennuti non hanno dunque nulla da temere, nonostante le richieste formulate da più parti di azioni urgenti di contenimento e perfino di abbattimento perché i pennuti stanno letteralmente svuotando le acque del Lario di specie ittiche in via d'estinzione.

A sollevare nuovamente la questione è stato questa mattina, martedì, al Pirellone, il consigliere regionale lecchese della Lega Nord Antonello Formenti durante il question time, con un'interrogazione a cui ha risposto il sottosegretario all'Attuazione del programma Alessandro Fermi, che è di Mariano Comense e conosce bene il problema. “Ci sono delle precise normative e procedure da seguire – ha spiegato l'esponente istituzionale -. Il cormorano è una specie non cacciabile”. Nonostante non si possa fare fuoco contro tali volatili si possono tuttavia proporre dei piani di contenimento che sono in fase di elaborazione e di approvazione ma a partire solo dal 2019.