Galbiate (Lecco), 5 ottobre 2017 – Pensavano fosse morto nella propria auto posteggiata al lato della strada, in realtà dormiva solo profondamente.

L'allarme è scattato intorno alle 4 di giovedì mattina a Galbiate, in un parcheggio del piazzale Enrico Mattei, dove un 29enne della zona, per evitare un colpo di sonno al volante e un incidente, si è fermato a schiacciare un pisolino a bordo della propria macchina. Un passante lo ha notato, ha visto che non si muoveva e ha temuto si sentisse male o, peggio, fosse addirittura morto, per questo ha chiesto aiuto.
Sul posto sono intervenuti in forze i sanitari del 118 con i Volontari di Calolziocorte, i vigili del fuoco del comando provinciale di Lecco e i carabinieri della compagnia di Merate.

Quando i soccorritori si sono avvicinati alla vettura a sirene spiegate il “bello addormentato nell'auto” si è svegliato di colpo, spaventato per la confusione. Ha così spiegato la situazione e gli operatori del 112 hanno subito dichiarato il cessato pericolo.