Olginate, 5 settembre 2016 -- «Consonno è il paese fantasma per eccellenza. Per questo abbiamo scelto questo posto che dà un alone di mistero alla manifestazione». Gli organizzatori non hanno dubbi, per questo il Campionato Mondiale di Nascondino, giunto alla settima edizione, è sbarcato nella periferia di Olginate. Sono ben 66 le squadre provenienti da Italia, Francia, Belgio, Stati Uniti e Svizzera che per due giorni si sono sfidati in quello che può essere considerato il gioco più antico del mondo. Alla fine a spuntarla è stato il team francese, i «Sneaky Freaky» che dopo aver superato la fase a gironi ed essere entrati nelle 16 finaliste hanno sbaragliato la concorrenza fino ad aggiudicarsi la «Foglia di Fico d‘Oro».

Un evento importante, ma allo stesso tempo goliardico, nato a Bergamo nel 2010 da un’idea di CTRL magazine ed è il primo campionato mondiale di specialità. Le gare si sviluppano in diverse manche, ciascuna delle quali è giocata da un componente di ognuno dei team che si nasconde nel campo da gioco, dietro alcuni ostacoli.

La squadra di cercatori è invece fissa e neutrale: in questa edizione il compito è stato affidato ai giocatori del Rugby Lumezzane. Per ogni manche servono 60 secondi per trovare il nascondiglio e poi si esce allo scoperto entro il limite di tempo di cinque minuti toccando la tana (un morbido materasso sul quale tuffarsi) prima del cercatore. Il primo che si libera realizza 16 punti, il secondo 15 e così via. Chi viene eliminato dal cercatore totalizza 0 punti. <WC>Se pensate che sia una cosa da bambini sappiate che la commissione olimpica di Tokyo 2020 è interessata a presentarlo come sport dimostrativo.