Civate (Lecco), 11 aprile 2017 – Le ricerche del pensionato di Civate scomparso da casa giovedì mattina si sono concluse nel peggiore dei modi. Giuseppe Tocchetti, 76 anni, è stato trovato morto. A scoprire il suo corpo ormai privo di vita, immerso nel lago di Annone, è stato un vicino di casa, quasi per caso, durante una passeggiata. Ha subito intuito di chi potesse trattarsi e non si è sbagliato.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri per recuperare la salma, insieme ai familiari per il riconoscimento. Il cadavere era riverso in una pozza d'acqua circondata dalla vegetazione, a pochi metri dalla riva, lungo la pista ciclabile. Soccorritori e volontari della Protezione civile erano già passati di lì diverse volte, a più riprese, senza però scorgere mai nulla, a causa proprio della fitta vegetazione. Nemmeno i cani molecolari erano riusciti a fiutarne le tracce e neppure i pompieri nonostante le perlustrazioni dall'alto con un elicottero del 115 e via lago a bordo di gommoni.

Nonostante il trascorrere dei giorni e le spedizioni di salvataggio fossero state ufficialmente sospese, la moglie e i due figli insieme agli amici hanno continuato ininterrottamente a cercare l'anziano. Speravano in un epilogo diverso, magari che il 76enne si fosse allontanato spontaneamente, sebbene le difficoltà deambulatorie di cui soffriva rendessero l'ipotesi poco plausibile.

Si presume sia stato stroncato da un improvviso malore, oppure, più probabilmente che abbia compiuto un gesto estremo.