Casargo (Lecco), 19 marzo 2017 – Casargo capitale mondiale della gastronomia. Con la cena di gala e la cerimonia di premiazione si è concluso ieri sera al Centro di formazione professionale alberghiero di Casargo il quarto “Wellness & zero waste - Food & beverage contest”, gara gastronomica internazionale che per cinque giorni ha radunato in Valsassina i componenti di 18 squadre provenienti da 9 Stati diversi: Castelnuovo Cilento in provincia di Salerno, Isola di Capri in provincia di Napoli, Vico Equense, sempre in provincia di Napoli, Randazzo in provincia di Catania,  Palermo, Monserrato in provincia di Cagliari, Varese, Sondrio, Mosca, San Pietroburgo in Russia, Bled in Slovenia, Debrecen in Ungheria, Sofia in Bulgaria, Portoalegre in Portogallo, Riga in Lettonia, Villepinte in Francia, Rakowice in Polonia e naturalmente Casargo.

Il compito degli onori di casa è spettato al presidente Apaf Nunzio Marcelli, i consiglieri Pina Scarpa e Diego Combi e il direttore Marco Cimino che hanno accolto gli oltre 280 tra ospiti, rappresentanti istituzionali e mecenati che hanno sponsorizzato l'evento e che che a vario titolo hanno sostenuto questa importante manifestazione. Presenti, tra gli altri, anche il senatore Paolo Arrigoni, i consiglieri regionale Raffaele Straniero e Antonello Formenti, i presidenti della Province di Lecco Flavio Polano e di Como Maria Rita Livio, il prefetto Liliana Baccari, il parroco e responsabile dell'unità pastorale di Casargo, Margno, Crandola e Vegno don Bruno Maggioni, l’assessore di Lecco Anna Mazzoleni, i sindaci di Varenna Mauro Manzoni, Bellano Antonio Rusconi, Colico Monica Gilardi, Taceno Marisa Fondra, Cortenova Valerio Benedetti, i vice Sindaci di Dervio Daniela Adamoli, di Mandello del Lario Serenella Alippi, di Cremeno Antonio Arrigoni Neri, il dirigente dell’Ufficio scolastico regionale Luca Volontè, il presidente della Camera di Commercio e di Confartigianato Lecco Daniele Riva, i presidenti di Acel service Giovanni Priore e di Silea Mauro Colombo, il presidente della Federazione italiana cuochi di Lecco Vincenzo Di Bella, Antonio Sanelli, Silvano Ciresa, Massimo Mancini, Esa Secca, Raffaella Di Gennaro, Luca Mozzanica, Carlo Sironi e Invernizzi del Lions club Valsassina e Patrizia Martinoli.

Il direttore Marco Cimino ha voluto ringraziare gli studenti del Cfpa di Casargo che durante la manifestazione hanno fatto da tutor alle varie squadre: Sofia Bertuzzi, Alessandro Meregalli, Lorenzo Donizetti, Maurizio Alberti, Edoardo Gregolin, Alice Carenini, Jean Khao, Gabriele Cela. Grande emozione e commozione per l’intervento del papà di Riccardo Galbiati, lo studente di seconda tragicamente scomparso a inizio anno, che ha donato una targa con l’immagine del figlio che desiderava tanto diventare chef: i suoi compagni di classe e tutti i presenti lo hanno salutato al grido “Ciao chef Galbia”.

Tra una portata e l’altra spazio poi alle numerose premiazioni, in base ai risultati decretati dalla giuria di cucina, composta dagli chef Luigi Gandola, Claudio Prandi e Ciro Vitiello e dall’esperto di erbe e aromi Enrico Zanon, e la giuria di sala, composta dai maitre Carlo Pierato e Paolo Ceccato, dall’assistant restaurant manager Luca Speroni e dall’esperto di comunicazione e marketing Mauro Bolis, che hanno analizzato sotto vari aspetti e parametri l’esibizione delle varie squadre durante la manifestazione, avvalendosi della collaborazione del nutrizionista Mattia Ferraroli.