Bellano, 5 ottobre 2017 - Riceverà la benemerenza civica per il suo gesto eroico Alessandro Cariboni il bellanese di 34 anni che martedì si è tuffato nel lago per salvare una donna che stava annegando. La decisione è «nata senza nemmeno discuterne tra il gruppo di maggioranza» , spiega il sindaco Antonio Rusconi. «Sembra incredibile – afferma il primo cittadino – ma settimana scorsa lavoravamo sul regolamento per assegnare le benemerenze nei vari campi culturale, sociale e così via e ci siamo interrogati su altri tipi tra cui si è proprio parlato di un eventuale gesto di eroismo per cui qualcuno salvava una vita.

Incredibilmente dopo pochi giorni ci siamo trovati in questa situazione che ci sembrava così poco probabile e invece si è realizzata proprio nella fattispecie». Rusconi ha incontrato Cariboni e spiega: «Gli ho fatto i complimenti per il bellissimo gesto di cui è stato protagonista e gli ho portato la gratitudine di tutta l’Amministrazione comunale comunicandogli che gli verrà assegnata la benemerenza. Lui era molto emozionato e ha ripetuto che era doveroso fare quello che ha fatto». Alessandro Cariboni si è trovato a passare sul lungolago e ha visto una donna in acqua con la faccia all’ingiù e senza esitare si è buttato per recuperarla Si trattava di una donna di 61 anni che era caduta dal pontile galleggiante forse a causa del fondo scivoloso che le ha fatto perdere l’equilibrio.
Dopo l’intervento dei sanitari la donna è stata dichiarata fuori pericolo e trasportata all’ospedale di Lecco per il principio di annegamento.