Rogeno, 17 giugno 2017 - Un'escursione nella Brianza lecchese tra storia e natura, con sullo sfondo la ferrovia Como-Lecco. E’ questo il senso della camminata organizzata dai volontari del Comitato sentiero Pedemonte, che riunisce gli attivisti di dieci associazioni ambientaliste, insieme agli amministratori locali di Rogeno, Bosisio Parini e Molteno.

La camminata, facile ed aperta a tutti, è in programma domani, domenica con partenza alle 8.30 da piazza Vittorio Emanuele di Rogeno. L'escursione toccherà i punti di interesse storico, architettonico e naturalistico dei 3 paesi coinvolti: si va dalle ville storiche di Rogeno al lungolago tra Casletto e Bosisio Parini. La visita prosegue dentro la frazione storica di Garbagnate Rota per poi salire sulla collina che ospita la casa di Giuseppe Parini, per poi passare nelle aree verdi tra Bosisio e Luzzana, giungere nell'area umida del Mais, importante dal punto di vista naturalistico, il centro di Molteno, con la visita al “Cepp”, con una breve sosta alla chiesa di San Giorgio, per poi approdare verso mezzogiorno a Villa Rosa, dove, nella sala consiliare, verrà allestita una mostra sui treni storici degli appassionati dell'Associazione “Como in treno”.

La tappa tra Rogeno e Molteno rientra nel più vasto progetto, portato avanti dal Comitato sentiero Pedemonte, di realizzare un percorso pedonale che segua il più possibile fedelmente la linea ferroviaria Como-Lecco, una ferrovia storica che ha però bisogno di un vero e proprio rilancio e di un potenziamento, avendo enormi possibilità sia nel trasporto quotidiano dei pendolari, che dal punto di vista turistico.

La ferrovia attraversa o passa in prossimità di 5 laghi e di 5 parchi naturali. Oggi invece la linea risulta sotto-utilizzata tant'è che nessun treno passa la domenica e per tutto il mese di agosto. “Ciò è paradossale poiché dal punto di vista turistico questi sarebbero i momenti di maggior utilizzo – spiegano dal Comitato sentiero Pedemonte -. E' una linea alternativa al traffico delle auto private, che congestionano le nostre strade anche la domenica. Per questo intendiamo perseguire il proprio progetto, anche nell’ottica di rilanciare l’uso della ferrovia. In tal senso anche la tappa tra Rogeno, Bosisio e Molteno ha questo scopo, oltre che quello di visitare luoghi di sicuro interesse per gli escursionisti”.