Oggiono, 6 novembre 2016 – Il Comandante Alfa a Oggiono. Il fondatore del Gis dei carabinieri, il Gruppo di intervento speciale, giovedì 9 novembre alle 21 in sala consiliare presenta il suo ultimo libro edito da Longanesi “Io vivo nell'ombra”.

L'iniziativa è promossa l'Amministrazione comunale in occasione della strage di Nassiriya del 12 novembre 2003 in cui morirono 28 persone, 19 militari italiani e 9 iracheni. “Vogliamo dedicare dedicare un incontro pubblico all’Arma dei Carabinieri, invitando il Comandante Alfa a raccontare la sua vita, il ruolo, l’addestramento e le missioni ad alto rischio e ad approfondire il tema della sicurezza e della formazione di donne e giovani per difendersi”. Spiega il sindaco.

Il Comandante Alfa, che indossa sempre il mefisto, il classico passamontagna nero degli appartenenti alle forze speciali per non svelare la propria identità per motivi di sicurezza, ha alle spalle una carriera di 47 anni in divisa e ha un curriculum militare impressionante, che va dalle operazioni sia sul teatro mediorientale che sul territorio nazionale, con operazioni tra le più delicate e rischiose della storia d’Italia dell'ultimo periodo. E' stato insignito della Medaglia mauriziana al Merito di dieci lustri di carriera militare, della Medaglia afghana Loya Jirga, della Croce commemorativa per l’Attività di soccorso internazionale in Iraq, la Croce commemorativa per il Mantenimento della pace in Afghanistan. Ha inoltre ricevuto elogi militari per le sue varie missioni all'estero. E' stato poi nominato Cavaliere dell’Ordine Militare d’Italia, la più alta onorificenza militare italiana e ha ricevuto la Croce d’Oro al merito dell’Arma dei Carabinieri, è Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica italiana, Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica italiana e Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica italiana.

Nel 1978 ha contribuito all'istituzione del Gis. “Camminare nell’ombra con la morte accanto per difendere gli altri e la legge. Questa è sempre stata la linea di condotta del Comandante Alfa, uno dei cinque soci fondatori del Gruppo di intervento speciale dei carabinieri – si legge nella presentazione del libro -. Ripercorrendo le tappe di un’esistenza votata al coraggio e alla segretezza più totale, anche nei confronti dei propri cari, il Comandante rievoca i momenti salienti di tante esperienze vissute sul campo in Italia e all’estero”.