Milano, 9 settembre 2017 - La Sala operativa della Protezione civile della Regione Lombardia, la cui attività è coordinata dall'assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione, Simona Bordonali, ha emesso una comunicazione di moderata criticità (codice arancione) per rischio idrogeologico e idraulico dalle ore 20. L'avviso vale anche come comunicazione di conferma dei rischi di codice giallo (ordinaria criticità). 

METEO - Fino al primo pomeriggio di sabato 9  si prevede instabilità prevalentemente sul Nordovest con rovesci sparsi o isolati temporali intermittenti. Dal tardo pomeriggio, intensificazione delle precipitazioni anche a carattere temporalesco, a partire dai settori occidentali, in rapida estensione a quelli orientali entro la serata". Nella notte seguente e fino al mattino di domani, domenica 10, piogge persistenti sul Nordovest e sulle Prealpi Centro-Orientali con forti accumuli nel corso del periodo indicato; dal mattino di domani, 10 settembre, attenuazione delle piogge sul Nordovest e insistenza dei fenomeni, invece, sui settori orientali fino al primo pomeriggio. Venti moderati sia oggi, 9 settembre, che domani, giorno 10, sui settori meridionali, con rinforzi più significativi da sud nel Pavese. 

In base a queste previsioni, si prevede 'Codice arancione' per: 

- RISCHIO IDROGEOLOGICO - sulle zone omogenee IM-01 (Valchiavenna, provincia Sondrio), IM-02 (Media-bassa Valtellina, provincia Sondrio), IM-04 (Laghi e Prealpi varesine, provincia Varese), IM-05 (Lario e Prealpi occidentali, province di Como e Lecco), IM-06 (Orobie bergamasche, provincia Bergamo), IM-07 (Valcamonica, province Bergamo e Brescia) e IM-08 (Laghi e Prealpi orientali, province Bergamo e Brescia). 

RISCHIO IDRAULICO - sulle zone omogenee IM-01 (Valchiavenna, provincia Sondrio), IM-06 (Orobie bergamasche, provincia Bergamo) e IM-08 (Laghi e Prealpi orientali, province Bergamo e Brescia). 

La criticità ordinaria (codice giallo) è per le seguenti aree omogenee: 

RISCHIO IDROGEOLOGICO - sulle zone omogenee IM-03 (Alta Valtellina, provincia di Sondrio) e IM-14 (Appennino pavese, provincia di Pavia). 

RISCHIO IDRAULICO - sulle zone omogenee IM-02 (Media-bassa Valtellina, provincia Sondrio), IM-04 (Laghi e Prealpi varesine, provincia Varese), IM-05 (Lario e Prealpi occidentali, province di Como e Lecco), IM-10 (Pianura orientale, province di Bergamo, Cremona, Lecco, Lodi, Monza e Brianza e Milano) e IM-11 (Alta pianura orientale, province di Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova). 

RISCHIO TEMPORALI FORTI - sulle zone omogenee IM-01 (Valchiavenna, provincia Sondrio), IM-04 (Laghi e Prealpi varesine, provincia Varese), IM-05 (Lario e Prealpi occidentali, province di Como e Lecco), IM-06 (Orobie bergamasche, provincia Bergamo), IM-08 (Laghi e Prealpi orientali, province Bergamo e Brescia), IM-09 (Nodo idraulico di Milano, province di Como, Lecco, Monza e Brianza, Milano e Varese), IM-12 (Bassa pianura occidentale, province di Cremona, Lodi, Milano e Pavia), IM-13 (Bassa pianura orientale, province di Cremona e Mantova) e IM-14 (Appennino pavese, provincia di Pavia). 

RISCHIO VENTO FORTE - IM-11 (Alta pianura orientale, province di Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova), IM-12 (Bassa pianura occidentale, province di Cremona, Lodi, Milano e Pavia), IM-13 (Bassa pianura orientale, province di Cremona e Mantova) e IM-14 (Appennino pavese, provincia di Pavia).

FRANA PAL - SONICO (IM-07) - A seguito dell'emissione del codice arancione per rischio idrogeologico sull'area IM-07, si attiva la fase di preallarme per gli scenari A (Frana Pal) e B (Colate Val Rabbia), rimandando alle azioni previste dalla 'Pianificazione d'Emergenza provinciale per rischio Idrogeologico-Idraulico del Fiume Oglio e del torrente val Rabbia'. Si consiglia, dove ritenuto necessario, l'attivazione dell'attività di monitoraggio e sorveglianza e l'attuazione di tutte le misure previste nella Pianificazione di emergenza locale e/o specifica.