Milano 9 aprile 2017 - BUONGIORNO presidente Maroni, sono un disoccupato di lunga durata (ho lavorato per qualche mese nel 2012, in una mansione nuova e con esito negativo). Per 20 anni sono stato occupato come magazziniere; poi ho fatto un corso di Operatore Socio Sanitario nel 2010, con Dote della Regione Lombardia. Dal 2015 riesco solo a far corsi gratuiti. Nessuno assume un 53enne, anche se ha sgravi contributivi. E quindi non so se riuscirò ad andare in pensione, con vent’anni soli di contributi e non avendo ora una lavoro. Luigi

GENTILE Luigi, come Lei sa Regione Lombardia è vicina ai suoi cittadini che si trovano nelle condizioni che Lei ha voluto descrivermi. Insieme alla richiesta per la cosiddetta Dote Unica Lavoro (DUL), potrà richiedere il Progetto di Inserimento Lavorativo (PIL), ulteriore strumento di aiuto pensato per agevolare la fruizione dei servizi previsti dalla Dote. L’ammontare del Progetto di Inserimento Lavorativo è dato dalla somma dei servizi effettivamente fruiti dalla persona e resi liquidabili nella DUL attivata, fino ad un massimale di 1.800 euro nell’arco dei sei mesi. Questa cifra verrà poi liquidata dall’operatore accreditato in un’unica soluzione al termine del percorso. Per maggiori informazioni e per l’attivazione della dote la invitiamo a rivolgersi presso uno dei nostri operatori accreditati, ricercabili consultando il relativo link riportato: http://www.doteunicalavoro.regione.lombardia.it/oa/ .

EGREGIO presidente, abito a Villanterio e le segnalo la marea di buche presenti e a volte solo rattoppate sulla strada provinciale che collega Milano con la Val Tidone. Nei tratti tra Landriano e San Angelo Lodigiano. Una buca ha deformato un cerchione della mia auto. 
Luigi Paletti

CARO LUIGI, proprio su questo tema mi sto impegnando personalmente. Come lei sa, sono stato a Pavia per fare il punto sul tema della manutenzione delle strade. Nello specifico, la Sp ex Ss n. 412 “della Valtidone” è di competenza della Provincia di Pavia (tratta tra Landriano e Sant’Angelo Lodigiano), tranne che per un tratto di circa 3,2 chilometri, in corrispondenza del comune di Valera Fratta, dove la competenza è della Provincia di Lodi. In questi anni, dal 2001 al 2016, Regione Lombardia ha erogato annualmente risorse per interventi di somma urgenza sulla rete stradale provinciale ed ha stanziato risorse per la manutenzione stradale provinciale: circa 400.000 assegnati alla Provincia di Pavia e 57.000 alla Provincia di Lodi. Inoltre abbiamo finanziato interventi lungo la S.P. ex S.S. n. 412 per circa 20 milioni di euro (Variante di Valera Fratta, Variante di Villanterio, Variante di Torrevecchia), tutti conclusi e in esercizio. Come lei sa, il mese scorso ho sottoscritto un Protocollo di Intesa come Regione, con Anas e, per adesione, da Unione delle Province Lombarde per la gestione unitaria della rete stradale prioritaria ricadente nel territorio della Regione Lombardia prefigura per la Sp ex Ss n. 412 “della Valtidone” la riclassificazione a strada regionale. Come previsto nel Protocollo di Intesa, le funzioni di progettazione, costruzione, manutenzione e gestione della strada saranno affidate a un nuovo veicolo societario compartecipato da Regione Lombardia e Anas. Non solo: presto inizierò un nuovo viaggio nelle nostre province proprio per fare il punto della viabilità e rimediare agli errori compiuti dalla Legge nazionale Delrio, che ha creato questi gravi problemi.