Milano, 24 novembre 2017 - “Stay Tuned!” avverte l’iDays in quello spazio sospeso intasato di dischi volanti che è il suo sito web. E per tutti quelli “rimasti sintonizzati” la prima sorpresa dell’edizione 2018 potrebbe arrivare proprio oggi con l’ufficializzazione del cambio di sede. Dopo due edizioni monzesi al Parco di Villa Reale, infatti, il festivalone pare proprio che approderà all’ex Area Expo di Rho.

Lo smantellamento di alcuni padiglioni ha liberato, infatti, all’interno del Parco Experience (com’è stata frattanto ribattezzata la sede dell’Esposizione Universale) una vasta area capace di accogliere oltre 50mila fan. Il palco andrebbe collocato ai piedi dell’Albero della Vita. L’Open Air Theatre, dall’altra parte del Decumano - infatti - con i suoi 17 mila posti, non è in condizione di fronteggiare le grandi masse della manifestazione, che nell’edizione 2017 ha messo a bilancio 215mila spettatori in quattro giorni, nonostante notevoli disagi. Il gran numero di infrastrutture realizzate perl’Expò dovrebbe azzerare alcuni problemi. Per il cast bisognerà aspettare ancora un po’, ma il nome che sta facendo crescere le attese è quello dei Pearl Jam, intenzionati a tornare a Milano la prossima estate col successore di “Lighting bolt” nell’ambito del tour mondiale al via il 16 marzo dal Cile. Tre le date italiane di Eddie Vedder e compagni: all’i-Days, a Rock in Roma e allo Stadio Euganeo di Padova. Guardando al resto del programma, prende consistenza la presenza di Queens of the Stone Age, dei Killers e degli Arctic Monkey