Cremona, 1 dicembre 2017 - Il ritorno di Paulinho tra i convocati in vista della partita interna di domani con lo Spezia rappresenta una delle note più positive di questa immediata vigilia per i tifosi della Cremonese. La squadra grigiorossa si appresta a ricevere la visita della temibile compagine ligure dopo i due pareggi esterni colti in casa di Salernitana ed Ascoli e punta con decisione a tornare alla vittoria. In effetti la formazione di Mister Tesser, pur dando continuità al suo cammino e rimanendo nella zona nobile della classifica, manca da alcune settimane l'atteso appuntamento con i tre punti.

Nel recente confronto casalingo con il Palermo, ad esempio, la Cremonese ha giocato a testa alta con il quotato avversario ed ha cullato a lungo il sogno di fare lo sgambetto ai rosanero. Sono però bastati un paio di episodi negativi per lasciare i grigiorossi a mani vuote e permettere a Nestorovski e compagni di operare il sorpasso vincente. Un "precedente" che induce Mister Tesser ed i suoi ad affrontare con la massima concentrazione un ospite temibile come lo Spezia, che presenta nel suo organico nomi di indubbio rilievo, compreso un ex campione del mondo come Alberto Gilardino. In questo senso, però, l'allenatore della Cremonese è stato molto chiaro ed ha invitato i suoi giocatori a concentrarsi più che sulle qualità dell'avversario di turno sulla propria prestazione: "Dobbiamo essere in grado di praticare il nostro gioco e rimanere in campo dall'inizio alla fine con la massima concentrazione. Sappiamo che ci attende una partita difficile e che gli episodi in un Campionato equilibrato come la B sono sempre molto importanti. Noi dobbiamo essere bravi a gestirli nel migliore dei modi".