Cremona, 7 gennaio 2'018 - La Cremonese sta cercando di stringere i tempi per mettere a segno quelle due/tre operazioni che caratterizzeranno la sessione invernale del mercato in casa grigiorossa. Sembra sempre più vicino l'arrivo a Cremona di Davide Cinaglia, ventitreenne difensore (capace di esibirsi all'occorrenza anche sulla fascia) che si sta ritagliando uno spazio crescente nelle fila dell'Ascoli. Un giocatore che, pur essendo ancora giovane, vanta già una buona esperienza e potrebbe offrire nuove soluzioni a mister Tesser. Il tragitto opposto verso le Marche potrebbe invece essere percorso dal coetaneo Garcia Tena, alla ricerca di un minutaggio adeguato e che, pur avendo ricevuto alcune offerte dalla serie B spagnola, potrebbe preferire di rimanere a giocare in Italia.

Se l'arrivo in grigiorosso di Cinaglia sembra comunque cosa fatta, la sostituzione a centrocampo del partente Scarsella (Foggia e alcune società di serie C sulle sue tracce) sta creando una sorta di bivio tra Davide Biondini, esperto giocatore del Sassuolo, lo spallino Luca Mora, che ultimamente sta trovando poco spazio. I dirigenti cremonesi hanno dato l'impressione di preferire Biondini, ma quest'ultimo non è convinto di lasciare la serie A e la maglia neroverde. Lascerà la casacca grigiorossa anche il terzino Salviato, ormai avviato ad indossare la maglia di un Padova che sta cercando di mettere in cassaforte il primo posto che vale il ritorno in serie B. Un inserimento in difesa ed uno a centrocampo dovrebbero essere le mosse al mercato di gennaio di una Cremonese che sta credendo sempre di più nei play off. In avanti la sostituzione di Mokulu con l'ex veronese Juanito Gomez dovrebbe rimanere l'unica variazione di un reparto che sta offrendo ampie garanzie e che durante il ritorno potrebbe crescere ulteriormente potendo contare su un Paulinho in buona salute e su un Castrovilli che potrebbe spiccare il definitivo salto di qualità. Tutto questo, naturalmente, senza dimenticare che Gomez potrebbe mostrare anche a Cremona le doti che finora gli hanno permesso di fare bene nelle sue precedenti esperienze italiane. Ai prossimi giorni di mercato il compito di definire il "mosaico" grigiorosso.