Cremona, 13 novembre 2017 - Nonostante la sconfitta col Palermo la matricola Cremonese rimane nei piani alti della serie B ma, pur avendo giocato alla pari con la principale favorita alla promozione, il tecnico grigiorosso Attilio Tesser non riesce a mettere in archivio l'intensa sfida dello "Zini" con spirito positivo: "Il risultato è stato bugiardo - ribadisce l'allenatore della Cremonese - Meritavamo senza dubbio di più, anche se, purtroppo, due errori ci sono costati cari.  E' stata una bella partita e noi abbiamo giocato meglio del Palermo. Abbiamo sbagliato poco, ma abbiamo commesso due errori che si sono rivelati decisivi".

Mister Tesser non riesce ad esimersi dal parlare dell'operato dell'arbitro: "Il rigore in nostro favore era netto ed è ancora più clamoroso che non sia stato dato da un arbitro che non ha rispettato la Cremonese e Cremona. C'era lui anche a Parma ed ha fatto lo stesso, dove ha tenuto lo stesso atteggiamento provocatorio nei confronti dei nostri giocatori. A Parma ci ha fischiato contro un rigore, ed è la prima volta che lo dico, che non c'era, qui ha consentito un gioco molto duro e non ha ammonito nessun giocatore del Palermo. Nestorovski, che è un nazionale ed è capitano, non si è comportato da professionista. Ha provocato la tribuna senza che nessuno prendesse posizione. C'è il rammarico - è la conclusione di Mister Tesser - per avere subito i due gol in maniera un po' particolare, per un risultato clamorosamente bugiardo". Continuando a giocare in questo modo, però, la matricola Cremonese potrà regalarsi un ritorno in B ricco di soddisfazioni anche perché non sempre dovrà misurarsi con squadre attrezzate come il Palermo che vuole tornare subito in serie A...