Cremona, 11 novembre 2017 - Intorno allo "Zini" e alla Cremonese si respira quell'aria di grande calcio che mancava ormai da troppi anni. Domani la squadra allenata da Attilio Tesser riceverà la visita del Palermo, una sorta di "corazzata multinazionale" del Campionato cadetto che molti addetti ai lavori indicano come la favorita numero uno nella corsa verso la promozione in A.

I numeri della classifica, però, dicono che la matricola grigiorossa può giocare alla pari (o quasi) con i quotati rosanero e lo stesso tecnico trevigiano ne è convinto: "La squadra è pronta a fare una grande partita. Giocare con le formazioni di Tedino è sempre difficile. Sul campo non ci siamo mai confrontati, ma ci conosciamo molto bene. E' un allenatore imprevedibile, ma sono pronto ad accettare la sfida". Fedele ai propositi del suo allenatore la Cremonese è pronta ad affrontare il Palermo cercando di riproporre il suo gioco e la sua mentalità, senza snaturarsi e puntare sulla difesa.

Nell'elenco dei convocati di Mister Tesser figurano tutti i giocatori dalle spiccate propensione offensive che dovranno mettere in difficoltà la retroguardia siciliana. Da Paulinho a Mokulu, passando attraverso Brighenti e Pesce, tutte le varie "bocche da fuoco" sono pronte a rispondere in vista di questa gara di cartello che permette alla Cremonese di "annusare" l'aria inebriante della prima fila. Un duello reso ancora più interessante dal fatto che il Palermo potrà contare su alcuni suoi giocatori "risparmiati" dagli impegni con le nazionali. Questo, però, non turba più di tanto Attilio Tesser: "Ci sarà anche Nestorovski? Non sarà certo un problema, anzi è un bene per lo spettacolo. Noi siamo pronti ad affrontare al massimo chiunque scenderà in campo e così faremo!".