Crema (Cremona), 19 maggio 2017 - Entra nel vivo la fase elettorale, con i primi attori che si danno battaglia. Ieri il candidato sindaco Chicco Zucchi ha lanciato il patto per la movida, spiegando che Crema è «una città morta e dormigliona» e che lui ha proposto ai commercianti di rendere viva e allegra la città, ottenendo sin qui 50 adesioni. Un’ora in più di musica, naturalmente a basso volume, niente alcolici dopo una certa ora, impiego di ragazzi delle scuole nei locali perché imparino un lavoro.

Subito la replica da parte della sindaca uscente Stefania Bonaldi, che ha contestato l’iniziativa di Zucchi e ha fatto rispondere ai giovani della lista Generazione Crema, dai 19 ai 30 anni, due dei quali, Marco e Brian, impegnati nell’organizzare eventi. «In città sono arrivati artisti di calibro, il numero di eventi è cresciuto; il target di riferimento per la nostra attività è quello dei 20-25 anni, se Crema non fosse attiva dovremmo cambiare lavoro o farlo altrove».