Cremona, 30 novembre 2015 - La Regione ha sbloccato la situazione amministrativa dei porti fluviali di Cremona e Mantova. E' questo l'obiettivo del provvedimento preso dal Pirellone, nell'ambito di una serie di investimenti infrastrutturali messi in cantiere in questa fine di anno. Alle Province di Cremona e Mantova, che gestiscono i due porti, è stato assegnato un contributo di 200.000 euro per l'esercizio delle funzioni e la gestione dei due porti fluviali. Proprio il presidente Maroni nel settembre scorso durante un incontro a Cremona con gli industriali aveva rilanciato la questione della navigabilità del Po, proponendo una nuova stagione che porti a breve al recupero di progettualità e alla messa in cantiere di investimenti sul Grande Fiume. Il finanziamento di oggi si inserisce in un maxi investimento di 200 milioni di euro messo in cantiere dalla Giunta regionale, su proposta dell'assessore alle Infrastrutture e Mobilita' Alessandro Sorte, al fine di migliorare e potenziare il trasporto pubblico lombardo in ognuna delle sue articolazioni.