Soresina (Cremona), 8 gennaio 2017 - E' stata arrestata la ladra seriale che rubava le borsette durante la messa. La donna, A.G. 52enne disoccupata e residente in paese, è ora ai domiciliari con l’accusa di furto aggravato, ricettazione e tentata estorsione. L'ordinanza è stata emessa il 3 gennaio dal gip Letizia Platé, al termine delle indagini coordinate dal Pm Milda Milli e svolte dai Carabinieri di Cremona e Soresina.

A.G.sarebbe l'autrice di due furti con destrezza avvenuti il 14 e il 23 dicembre scorsi nella chiesa parrocchiale di San Siro, a Soresina. Le vittime, due donne, una di 53 e l'altra di 75 anni, avevano lasciato la borsetta sul banco, per andare a ricevere la comunione. Al ritorno al loro posto le borsette erano sparite. Dopo la denuncia sono partite le indagine, che si sono avvalse anche dei filmati registrati dalle telecamere presenti in zona che mostravano la donna, incensurata, allontanarsi nell'immediatezza dei colpi. A.G., inoltre, si è anche improvvisata estorsore, inviando lettere anonime alla 53enne chiedendo il pagamento di mille euro per la restituzione dei documenti. Addirittura ha telefonato alla donna, fingendo un improbabile accento, e minacciando la vittima. A casa della donna durante la pequisizione sono state rinvenute le borsette, i documenti, insieme ad altri, cosa che fa presumere che la stessa A.G., verosimilmente, sia dietro anche ad altri colpi.