Casalmaggiore (Cremona), 7 settembre 2017 - E' stata decisa con urgenza la chiusura totale del ponte sul Po tra Casalmaggiore (Cremona) e Colorno (Parma). Secondo quanto riferito la decisione sarebbe arrivata per il rischio di crolli dopo un sopralluogo delle delegazioni tecniche delle province di Parma e Cremona. Al momento non sono possibili ipotesi sulla riapertura. La chiusura del ponte sta determinando forti disagi a lavoratori e studenti. 

La circolazione stradale sulla struttura dal 31 agosto era già stata regolata con un senso unico alternato essendo stata accertata la presenza di lesioni sulla trave di bordo lato valle della campata numero 15. Mercoledì era stato poi istituito il divieto di transito a tutti i mezzi di peso complessivo superiore a 18 tonnellate, ad eccezione degli autobus, conseguente alla presenza di lesioni anche in altre travi dell'impalcato del ponte, rilevate il 1 e il 5 settembre. Oggi la situazione si è aggravata.

"Abbiamo fatto di tutto per evitare danni alle persone e ci siamo riusciti - spiega il delegato alla viabilità della Provincia di Parma Giampaolo Serpagli -. La nostra azione, corretta nei modi e nei tempi, ha consentito di avere un'analisi organica che ha portato alla doverosa chiusura del ponte, senza veicoli in transito quando la trave si è rotta".

Da Casalmaggiore per raggiungere Colorno, attraverso il ponte di Viadana, bisogna percorrere circa 30 chilometri in più. Al fine di valutare le azioni da intraprendere - fa sapere il presidente della Provincia di Cremona, Davide Viola - sotto il profilo tecnico ed economico, sono già calendarizzati a brevissimo incontri tra le due Province, interessando i rispettivi enti regionali.