Crema, 16 novembre 2016 - Palazzetto dello sport addio? Con ogni probabilità in questi giorni il Comune scioglierà il nodo non assegnando l’appalto per il nuovo palasport. Gli ultimi giorni sono stati frenetici. Il 25 ottobre la commissione ha inviato un’altra richiesta di chiarimenti alla Osio parking di Roberto Sudati chiedendo specifiche su questioni finanziarie in merito all’asseverazione del fondo che permette di finanziare i lavori, stiamo parlando di sette milioni di euro. E qui c’è il giallo. L’amministrazione afferma che a ieri, ultimo giorno utile per ricevere i chiarimenti richiesti non è pervenuto nulla. E questo fatto decreta il decadimento della domanda presentata dalla Osio parcking e l’azzeramento della gara d’asta per l’assegnazione del progetto del palasport. Da parte sua Roberto Sudati, manager della Osio Parking assicura che il suo avvocato, scelto per interloquire con l’amministrazione ha fatto sapere che la società che rappresenta non ha nulla da aggiungere ai documenti già presentati, dove l’asseverazione è già presente.

«Sono tempi difficili – ha detto Roberto Sudati – perché non mi è mai capitato di portare a casa una gara a cavallo tra due amministrazioni. Io il palazzetto lo voglio fare, ma ritengo improbabile che mi venga assegnato da questa amministrazione, in quanto i tempi non ci sono più. Se dovessero assegnarmelo domani, ci vorrebbero oltre sei mesi per sistemare tutte le condizioni e partire con i lavori. Quindi se ne parla con la prossima amministrazione». Intanto in Comune si susseguono le riunioni e dovremmo essere prossimi a una presa di posizione ufficiale.